Skip to content

Perchè il mio gatto non gioca con me ?

10 febbraio 2011

Why does my cat does not play with me?

Un gatto non si compra: è lui che vi possiede. T. Poston

http://web.mac.com/webbluelynx

Blue Lynx Andy Roddick

Io direi che ogni gatto può essere convinto a giocare se si procede nel modo giusto. Il gioco è una parte integrante del carattere della specie: serve come pratica per la caccia ed è molto divertente, perciò non c’è assolutamente alcuna ragione per cui il vostro gatto non voglia giocare nelle giuste circostanze. Ci sono delle domande che dovete porvi se siete frustrati perchè il gatto non gioca con voi:

Gli sto dando i giocattoli giusti ? Un mucchio di costosi aggeggi colorati ficcati in un cestino in un angolo della stanza non corrisponde necessariamente a ciò che il gatto ritiene i “giocattoli giusti”. Dovreste scegliere le cose che assomigliano di più alle vere prede naturali dei gatti, come ad esempio giocattoli di vero pelo con una dimensione simile a quella di un topo medio. Ed è difficile che il vostro micio resista ai giocattoli che si muovono, come ad esempio a cose che pendono da una canna da pesca che potete agitare di fronte a lui. Cercate di spargere su tutto una presa di erba gatta. Molti gatti la trovano incredibilmente eccitante e questo potrebbe spingerli a giocare.

Il mio gatto sta male ? A volte i primi sintomi di una malattia si manifestano proprio col declino delle cosidette “attività ricreative”. Fatelo controllare dal veterinario.

Il mio gatto è stressato ? Un gatto si dedica totalmente al gioco quando gioca, perciò se è sul chi vive o si sente minacciato sarà riluttante a lasciarsi andare per paura di esere colto con la guardia abbassata, per così dire. Se se ne sta in un angolo a guardare il suo “amico” felino saltellare in giro come un pazzo, magari i due non sono poi grandi “amici” come credete.

Alcuni gatti sono per natura più giocherelloni di altri, ma non c’è ragione perchè il vostro amico non debba amare un bel gioco fino a quando non sarà un vecchietto rimbambito. Va detto che a quel punto i giochi diventeranno meno movimentati, ma sono ugualmente godibili.

Tratto da Vicky Halls, La Bibbia del gatto, L’ultima parola sul mondo felino, 2008.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 12 gennaio 2014 18:18

    il mio gatto non gioca con me ma solo con il resto della famiglia,ma mi segue deapertutto e quando sta male posso toccarlo solo io e viene da me piangendo è normale?????

    • 13 gennaio 2014 12:11

      Certamente il tuo rapporto con lui è particolare. Hai provato a fare gli stessi giochi che fanno gli altri componenti della famiglia ? Altrimenti prova con qualcosa di semplice … ad esempio un giochino alla valeriana (sarà per lui impossibile resistergli) od una cannetta con un oggetto attaccato. Prova ad attirare la sua attenzione e la sua curiosità, anche usando dei “premietti”, dei piccoli bocconcini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...